domenica, aprile 13, 2008

Einstürzende Neubauten live

Un viaggio all'interno del suono. Armonie e rumori e dissonanze sapientemente mescolati, con l'arte che deriva da una lunga esperienza. Un live da non perdere, anche se, visti a teatro, riescono a creare un'atmosfera ancor piu' suggestiva.

einsturzende 12 aprile estragon

Etichette: , , ,

5 Comments:

Blogger Getto said...

Bella pitè,
c'eri anche tu ieri sera?
Gran concerto, ma quattro anni fa a teatro hanno regalato molto di più. Vuoi per lo spazio maggiore, vuoi per il silenzio religioso che la dark bene bolognese offriva.
E forse perchè l'ultimo album non lo conosco ;)

Grandi.

domenica, aprile 13, 2008  
Blogger Enzo said...

questa del teatro l'hanno detta un po' tutti quelli che c'erano stati.. io non li avevo mai visti e devo dire che sono stati un'esperienza (il che, dopo 30 anni di concerti alle spalle non mi sembra poco..)

domenica, aprile 13, 2008  
Blogger cr@zy said...

bello tutto...dalle lampare rosse dondolanti sopra le loro teste ai tubolari in acciaio suonati come nessuno....poi dicono che la vita in fabbrica non è bella...

domenica, aprile 13, 2008  
Anonymous Anonimo said...

ma sono ancora vivi? ammazza oh :)
li avevo visti a bologna, nel... oh millenovecentonovantaequalcosa... grandiosi

krossroads

martedì, aprile 15, 2008  
Blogger piteko said...

bella la scenografia, bravi (e molto) loro, come al solito. Peccato per l'ambientazione. In effetti visti nel religioso silenzio del teatro riescono a creare un'atmosfera molto migliore.

@getto e enzo: Ad ogni modo, l'altra volta avevano preso dei ragazzi del pubblico che erano andati a vedere il sound check e avevano fatto Weil weil weil con un gran bel coro... Solo quello e' valso il biglietto...

@crazy: ma si', infatti non capisco perche' questi operai se la menino tanto per gli aumenti salariali quando hanno tante possibilita' di fare arte in liberta'! :)

@kross: si si, eccome! pero' si sono molto, molto calmati :)

martedì, aprile 15, 2008  

Posta un commento

<< Home